Newfangled by Free Css Templates

-

Scrivono di lui...

 

In RACCONTI

 

 

 


L'avventura cinetica di Racconti di Pasquale Tucciariello
di Carmen de Stasio

Il Vulture impressionistico di Pasquale Tucciariello

di Angela de Nicola
Su Racconti
Di Graziella Placido
I Racconti di Pasquale Tucciariello
di Michele Traficante
Su Racconti
di Antonia Flaminia Chiari
Su Racconti
di Primalda Forcignanò
I Racconti di Tucciariello
di Emanuele Vernavà

 

ERNESTO MIRANDA

 

in "Socrate"...

...tornare a parlare di Socrate o, per meglio dire, tornare a far parlare Socrate, riconsegnando ad un pubblico, sempre più distratto e narcotizzato, l’intatto potere di provocazione della sua filosofia, è una operazione culturale urgente quanto ineludibile.
Ci ha provato, in questo libro, Pasquale Tucciariello che, sorretto da una puntuale conoscenza delle fonti socratiche e animato dalla passione pedagogica che ha caratterizzato tutta la sua attività umana e profesisonale (dalla sua esperienza giornalistica a quella di educatore), ha ricostruito, in forma di tragedia, il significato profondissimo dell'insegnamento socratico.
>> continua a leggere...

sezione Socrate

Angela De nicola

 

IL VULTURE IMPRESSIONISTICO DI PASQUALE TUCCIARIELLO

Ho letto tutto d’un fiato i “Racconti del Vulture” di Pasquale Tucciariello.
Sono racconti che si lasciano leggere con piacere, come del resto l’intero blog, un quadro armoniosamente assemblato dal quale emergono, ben disposti, gli svariati colori...
>> continua a leggere...

sezione Racconti

Graziella Placido

 

Un bel racconto moltiplica la vita
Ho incontrato Pasquale Tucciariello a Palazzo Fortunato. Si teneva una riunione sul tema del degrado della pur ridente zona del Vulture con i suoi boschi, i laghi di Monticchio, i fossati che dai declini del monte omonimo scendono verso il Gaudo. Allorché si menzionò il fosso della signora, Pasquale mi comunicò di aver scritto...
>> continua a leggere...

sezione Racconti

raffaele tirico

 

Socrate, uomo del nostro tempo
Ritornare oggi a riconsiderare il messaggio di Socrate signi fica voler tentare di recuperare per il nostro tempo il valore del la Coscienza nell'uomo come punto di riferimento fondante della civilt à occidentale...
>> continua a leggere...

sezione Socrate

rocchina Matteo

 

La morte è buona
L'opera nel suo primo atto ricorda tanto i freschi e spontanei dialoghi platonici rivisitati con il tocco della quotidianità del Socrate senofonteo. Ma, a rammentarci che di drama si tratti, sono i frequenti interventi del coro e, soprattutto, le battute di Pizia...
>> continua a leggere...

sezione Socrate

MICHELE MASCIALE

Contributo alla presentazione del volume
“Socrate. Tragedia in tre atti”

Intendo sin dal principio rivolgere all'amico Pasquale Tucciariello parole di sincera gratitudine per avermi voluto – indegnamente – partecipe di quella che qui, oggi, con Dante definirei “bella scola” della filosofia. Non posso inoltre che manifestare da subito il mio vivo apprezzamento per l'ultima sua fatica letteraria...
>> continua a leggere...

sezione Socrate

 

in storie

La narrazione, esposta con stile piano e di facile lettura, è uno spaccato felice nella plastica rappresentazione del carattere dei personaggi che si muovono in una stretta cerchia di spazio e di tempo in cui sembra assente il ritmo di una civiltà che cammina.
Enzo Cervellino


È un autore che, da una sua varia e particolare esperienza giornalistica approda, senza canoni iniziatori né investiture culturali, ad un genere letterario che è forse tra i più impegnativi della nostra cultura meridionalistica e nazionale.
Luigi D'Amato

Io credo che la chiave di lettura del brillante romanzo di Tucciariello sia scritta a pagina 75: E vivevano la loro storia, ignari di essere parte della storia più generale di queste tormentate contrade ove troppo spesso la grande storia ignora la gente semplice e umile per dare posto alla storia delle famiglie potenti, dei sindaci, degli assessori, dei sindacalisti, degli avvocati, dei medici, dei proprietari terrieri, degli usurai che pure fanno la loro storia sol perché vivono sopra quella che scorre sulle colline del Vulture.
Giampaolo D'Andrea

Ma l'autore è il cronista o il narratore? L'analisi testuale rivela che la lotta più aspra ha luogo nelle alcove dell'io, diviso tra il reportage e la partecipazione. Nelle prime pagine del romanzo prevale più il cronista che il letterato, dimensione che a mano a mano si attenua sino ad ottenere risultati letterariamente imprevedibili, eccellenti.
Anna Santoliquido

sezione Libr
i - Storie

 

Varie



sue alunne del Liceo classico, nell'Università di Foggia, così "lo sfottono"